Bernardino Deroma (noto Bennardu)


Deroma Bernardino era nato a Boroneddu il 28 agosto 1889, coniugato con Maria Domenica Mele, dalla quale ha avuto 4 figli, (2 maschi e 2 femmine).
Aveva conseguito soltanto la terza elementare.
Era un allevatore di bestiame, però gestiva anche un negozio di generi alimentari con rivendita tabacchi.
Ha partecipato con la Brigata Sassari alla prima guerra mondiale del 1915-1918, durante la quale venne ferito gravemente con una pallottola esplosiva al collo, dopo mesi di cura nell'ospedale da campo è giunto a guarigione, e quindi è stato rimandato al fronte a combattere in prima linea.
Più tardi è stato decorato con la “Croce di Guerra”.
Ha dedicato tutta la sua vita alla poesia sarda, cantava in palco nelle feste patronali dei paesi vicini confrontandosi con famosi poeti improvvisatori del panorama isolano.
Oltre a cantare in palco era un bravissimo poeta de “taulinu”, anche se aveva una modesta formazione scolastica.
Era il solo Boroneddu a scrivere nelle più impegnative metriche come: Mode, Trintasese retrogadu, Ottave, sestine, e sonetti di buona levatura.
E’ morto nell’ospedale di Ghilarza il 14 aprile1982, dopo aver subito l'amputazione degli arti inferiori, patendo una sofferenza disumana, che comunque non gli ha impedito di scrivere sino alla fine dei suoi giorni.
Lasciandoci una toccante poesia testamento di quella sua triste ultima dolorosa esperienza. (Testo del nipote Bernardino Piras )

  1. A un'amigu
  2. Cantidu pro re Davide
  3. Cantidu tra s'amore mama e fizu
  4. Cantu po su Santu Lenardu
  5. Cantu po sa bellesa
  6. Cantu po su disforziu
  7. Moda a Santu Salvadore
  8. Modellu semplice
  9. Sa maladia chi l'at giutu a sa morte
  10. S’isettore e su contribuente

CONTOS

COSTANTINO LONGU    FRANCESCHINO SATTA    POESIE IN LINGUA ITALIANA

Elenco Poeti

INDICE  A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U W X Y V Z