L'onda che si perde
di Rosaria Mennillo

Sei comparso nella mia vita
vestito di fiori,
mentre il sole ci baciava
e diventava nostro complice.

Tu e la primavera foste in quel momento
una cosa sola, mentre musiche melodiose
incantavano il mio essere.

Ti ho sfiorato con la mano i capelli,
ripetendo il tuo nome per non scordarlo,
anche se era già scolpito
nella mia mente e nel mio cuore.

Sei stata l'infinita memoria del mio amore,
ed ora e' rimasto solo il tuo viso,
che luminoso e ridente
compare e si allontana,
nell'acqua scura
dell'onda che si perde.