Angelica Piras

Sono nata a Cagliari il 30/03/1966 e abito a Elmas. Scrivo da sempre, dopo un lunghissimo periodo di circa 10 anni di assoluto silenzio, ho dovuto riappropriarmi della parte più profonda della mia vera essenza, perché stavo morendo lentamente e dopo un profondo stato di malessere fisico sono finita in ospedale, lì ho visto la mia vita sbriciolarsi e ho dovuto ascoltare quello che il cuore e l’anima aveva da dirmi, così ho ripreso a scrivere a dipingere e a cantare.
Ho iniziato a partecipare a qualche concorso sia di poesia che per brevi racconti ottenendo con stupore dei risultati che mi alimentavano.
Ho vinto alcuni concorsi letterari tra cui il primo posto al concorso della biennale di don Vacca a San Giovanni Suergiu, ho vinto il concorso L’uomo e il mare, poesie in notes con la pubblicazione delle mie tre poesie in concorso a cura dell’ennipilibri, un secondo posto a Boves provincia di Cuneo con il concorso parole e immagini, con una poesia abbinata a una foto dell’amico Maurizio Capelli, sempre con l’amico Maurizio Capelli amante della fotografia abbiamo vinto il concorso 12 scatti, conquistando la pagina di Agosto con una foto e una poesia abbinata dal titolo Cuore d’acqua del calendario d’autore 2009 inoltre sempre insieme finalisti al concorso foto e poesia dal titolo: Vortice d’acqua al premio San Marco città di Venezia, un terzo posto per la poesia a Carosino (TA) premio di poesia S Maria delle grazie, terzo posto a Ispica provincia Ragusa con una poesia al concorso letterario Internazionale Madonna delle grazie, quarto posto al concorso 5 edizione concorso Nazionale di fotografia e poesia del Intercral Sardegna con una poesia a tema: Il mondo in una stanza segnalazione di merito al concorso di Monserrato, menzione d’onore al concorso di Quartu teatro dell’anima, segnalazioni al concorso di Guspini, Per ricordare Tiziana, una menzione alla Salotto Letterario di Torino e altri riconoscimenti anche per concorsi di racconti brevi.
Ho pubblicato insieme ad altre 4 poetesse il libro di poesie Senso Essenze di donna, della casa editrice La riflessione di Davide Zedda, dove ognuna ha una silloge di 6 poesie la mia dal titolo Sognar d’azzurro, Azzurro metafora utilizzata in tutte le mie poesie, perché racconta di quel magico strumento che nonostante il peso della vita, ancora riesce a farmi amare e sorridere.

  1. Ci sarò
  2. Cosi diversi ma altrettanto uguali
  3. Detriti
  4. Dolce droga
  5. Energia azzurra
  6. Fauci azzurre
  7. Fiore disabitato
  8. Gemme
  9. L’eco del 8 marzo
  10. Leggo di te e di me
  11. Lingue di fuoco azzurre
  12. Lo senti il dolore del mare
  13. Mancanza di noi
  14. Goccia di mare
  15. Orge di neri pensieri
  16. Poetare
  17. Sposa del mare
  18. Riverbero
  19. Ti sento
  20. Un cuore in festa

Lingua Sarda

  1. Bagamunda sentza domu
  2. Bollu bivi
  3. Filla de su Mari
  4. Forrogu su cèlu
  5. Pampas ne is ogus
  6. Po debadas
  7. Prenda de celu
  8. Sa luna scuregìa
  9. Tempus infroriu
  10. T’intendu

CONTOS

COSTANTINO LONGU    FRANCESCHINO SATTA    POESIE IN LINGUA ITALIANA

Elenco Autori