Antonella Fadda

Mi chiamo Antonella, ma tutti mi chiamano Anto.
Sono nata e abito nel cuore della bella Sardegna, un’ isola ricca di cultura e tradizioni. Una di queste è la nostra cucina, semplice, mediterranea e saporita di cui sono una grande cultrice.
La passione per la cucina l’ho ereditata dalla mamma, che da quando ero piccola vedevo destreggiarsi ai fornelli preparando piatti superbi per la famiglia e gli ospiti che si fermavano nella nostra piccola pensione.
L’amore per il cibo nasce dal desiderio ancestrale di nutrire le persone che ami, dalla riconoscenza per ciò che generosamente ci viene donato dal Buon Dio, dal rispetto per ogni briciola di pane (perché non va mai buttato via nulla).
Per me non esiste “mangiare”, esiste “convivio”, ovvero riunirsi a tavola dopo una giornata di lavoro e ritrovarsi con chi vuoi bene a ringraziare per tutti i doni che si hanno.
Un desiderio che accarezzo è quello di trascorrere una giornata nelle cucine di un ristorante, deve essere una cosa emozionante e bellissima….
Mio padre, (Raffaele Fadda)
invece, che è uno scultore, mi ha trasmesso l’amore per l’arte, anche se raramente lo applico; preferisco non appena ho tempo, scrivere poesie e brevi racconti che rispecchiano spesso pagine di vita quotidiana; mettere giù qualcosa, nero su bianco, serve a librare l’anima che così esprime anche i pensieri più reconditi e tutto ciò che le parole non dicono….in sostanza sono una mamma e una nonna molto felice, coi miei cari…..
… e i miei sogni nel cassetto…..
Antonella Fadda

  1. Acquerello d’Amore
  2. A mio padre
  3. Ho visto un povero
  4. La povertà
  5. La valigia
  6. Lettera a mia figlia
  7. Ricordi
  8. Un aquilone blu

CONTOS

COSTANTINO LONGU    FRANCESCHINO SATTA    POESIE IN LINGUA ITALIANA

Elenco Autori