A MIA MADRE

 

SPESSO IL MIO PENSIERO FUGGE LONTANO,
A RINCORRERE SOGNI PERDUTI, MENTRE PENSO
AI DOLCI MOMENTI PASSATI CON TE,
CHE SONO DURATI IL TEMPO DI UN ARCOBALENO,
MA PROFUMANO PER UNA VITA.
TE NE SEI ANDATA ALL’IMPROVVISO,
ABBRACCIATA DALLA PRIMAVERA,
AVVOLTA DAL PROFUMO DELLE MIMOSE,
QUEL PROFUMO CHE SENTO VICINO A ME, ANCHE ORA,
MENTRE UNA PARTE DI ME NON TI HA MAI RIMPIANTA ABBASTANZA
.

LO SO, LA VITA CONTINUA ANCHE SENZA DI TE,
LENTA ED INESORABILE,
VUOTA E SENZA SPERANZE,
INSIEME AI MIEI RICORDI,
E MENTRE TU MI GUARDI DA LASSU’,
IO MI BUTTO TRA GLI OCEANI DEL TEMPO,
NEI FIUMI DELLA VITA,
MENTRE ANNEGO IN UN MARE DI DOLORE.

ROSARIA MENNILLO