PREMIO OZIERI di Letteratura Sarda
58^ Edizione 2017 – Scadenza 30 aprile 2017
BANDU DE CUNCURSU 2017


Su “Prèmiu de Otieri”, fundadu dae Tonino Ledda in su 1956, contivizat, dae como sessant’annos, atividades chi agiuant sa cultura, sa limba e sa literadura de Sardigna.

RÈGULAS DE PARTECIPATZIONE COMUNES A TOTU SAS SETZIONES
Sos trabàglios devent giòmper a sa Segreteria de su “Prèmiu Otieri” de Literadura Sarda – Via Ugo La Malfa, 28 – 07014 OZIERI (SS), intro sos tèrmines indicados (s’at a tènnere contu de sa data de su timbru de sas postas). Non fatedas racumandadas. Bos avitades ispesas e nois sas lìteras las retzimus etotu!
Sunt ammissos a su Prèmiu trabàglios iscritos in d’ogni variedade de sa limba sarda, fintzas in sas eteroglossias internas e in sardu-corsu. Diat fàghere piaghere si s’autore leerat in cunsideru sas règulas chi a tempus sou at bogadu a pizu su Prèmiu. Cherfende, si podent finas impitare sas règulas ortogràficas de sa Limba Sarda Comuna (L.S.C.).
Sos trabàglios devent giùghere iscritu, in finitia e in d’ogni copia, nùmene e sambenadu de s’autore, data e logu de nàschida, s’indiritzu giustu e su nùmeru de telèfono (o s’e-mail) ue si diat chèrrere giuiladu pro d’ogni bisonzu. Su “Premiu Otieri”, dai temporios longos, no ammitit “pseudonimos” e anonimadu.
Si podet imbiare finas calchi riga de “curriculum” e novas subra s’autore.
Totu sos trabàglios devent èssere imbiados in 9 (noe) còpias cabales, chi si potant lègere bene.
Si racumandat de impitare fòglios de formadu A4 (cm. 21x29,7), lassende una doa de nessi duos (mezus tres) centìmetros a s’ala manca, pro sa regolta chi s’at a fàghere.
Sas copias de sos tribaglios, dade nos las prontas a las partire pro las intregare a sa giuria (si est pius de unu fogliu, cosidelas cun d’unu puntu). Agradessimus cussizos pro mezorare su Prèmiu. Ponide-nos-los a banda intro sa busta, chena los cosire a sos trabàglios chi imbiades a su cuncursu. Est agradessidu finas unu glossàriu de sas paraulas pius lichitas de idda ‘ostra, o nessi de sas chi bos parent pius nòdidas a las signalare.
Totu sas fainas ant a èssere inèditas e non devent àere àpidu reconnoschimentos in àteros cuncursos literàrios a sa die chi los sezis imbiende a nois.

NOVIDADE DE IMPORTU MANNU:
Si ‘enit bene, mandade puru, in pius, sos files (in Word) de sos trabàglios a s’e-mail: premiozieri@yahoo.it. Semus regogliende sas fainas bostras in su Centru de Documentatzione pro lis poder dare s’importu chi merìtant. Finas sas fainas chi non ant a resultare premiadas, sunt una prenda manna a testimonìa de su valore de sa limba nostra e pro nde coglire sas paràulas chi si che sunt irmentighende. Si nd’ant a bogare a pizu sas cosas pius lichitas pro sos istudiosos de su faeddu Sardu, pro chi potant restare in sa mente e in su coro nostru e de sos ch’ant a bènnere. E de custu agiudu, bos semus riconnoschentes, ca sa faina nostra est bell’e che tota in manu a su volontariadu de zente cuidadosa chi cheret bene (a s’indonu) a sa Sardigna.

SOS PRÈMIOS DE SU CUNCURSU
S’ant a dare prèmios in dinari a sos primos tres classificados de ogni setzione, e-i sas targase medaglias nòdidas cun s’imprenta de su Premiu. Podent finamentas èssere assignados prèmios ispetziales. Sas poesias e-i sos contados premiados paris cun cussos chi sa giuria dessignat de imprentare, podent èssere postos in su cuadernu annuale.

EMIGRADOS
In mesu a sos emigrados chi ant a resessire a leare reconnoschimentos in sas setziones de ocannu, ant a retzire sa “Coppa Messaggero Sardo” unu o pius autores.

“SPORT”
Unu premiu a banda est destinadu dai su Panathlon Club de Otieri a unu tribagliu a sèberu de sa Giuria chi contet sos valores ladinos de su sport, a fora de sas luas, de sos trobojos e de sas trassas chi a dies de oe lu sunt anneulende.

AVERTÈNTZIAS
Pro no èsser esclusos, dade cuidadu a sas regulas de su cuncursu, e pius de totu a su chi est evidentziadu.

SU GIUDÌTZIU DE SA GIURIA EST INSINDACÀBILE

SETZIONES

POESIA SARDA INÈDITA “Antoni Sanna”
Ogni cuncurrente podet imbiare una poesia a tema lìberu (cun rima o chentza rima). Si devet imbiare finas una còpia de sa tradutzione in limba italiana, chi unu cras at a èsser posta a disponimentu de sos istudiosos. Sos chi iscrient in saligheresu o in tabarchinu, devent imbiare finas 9 (noe) còpias de sa tradutzione in limba italiana. Si racumandat de non nch’essire dae su lìmite de 40 (baranta) versos.
Foras de sa busta, bi devides iscrìere: Setzione Poesia Sarda Inèdita “Antoni Sanna”.

PROSA “Anghelu Dettori”
Ogni cuncurrente podet imbiare unu contadu o cale si siat iscritu in prosa, a tema lìberu. Sas fainas chi imbiades devent càbere, dae pius a mancu, in 5 (chimbe) pàginas iscritas a màchina o a computer (corpus 12). Si devet imbiare finas una còpia de sa tradutzione in limba italiana. Ogni còpia devet essere cosida e pronta a la seberare pro sa giuria. Foras de sa busta, bi devides iscrìere: Setzione Prosa “Anghelu Dettori”.

TRA POESIA E CÀNTIGU “Antoni Cubeddu”
Destinada a sa poesia cantada o de cantare. Ogni cuncurrente podet imbiare unu cumponimentu a tema lìberu, sighende sos ischemas e sas formas poèticas e mètricas ligadas a sa traditzione (comente: nìnnidos, atìtidos, gosos, modas, mutos, repentinas, etc., etc.). In custa setzione non bi cheret sa tradutzione in limba italiana, ma est agradessidu meda si nos imbiades unu glossàriu cantu pius cumpletu. Nos ant a fàghere piaghere, pro las contivizare in su Centru de Documentatzione, finas sas indicatziones chi s’autore nos cherzerat imbiare subra sos ischemas antigos e-i sas formas poeticas chi at impreadu, leende in cunsideru sas traditziones de Sardigna e finas cussas pius nòdidas de sa bidda de s’autore.
Foras de sa busta, bi devides iscrìere: Setzione “tra poesia e càntigu” “Antoni Cubeddu”.

ÀTERAS AVERTÈNTZIAS
A leare parte a su cuncursu est a s’indonu e non benit pedida tassa peruna
Un’autore podet leare parte a una o a pius de una setzione de sas chi sunt in cuncursu
Sos autores premiados cun su Primu Prèmiu podent torrare a bìnchere in cussa mantessi setzione solu a pustis de tres annos
Sas fainas non benint torradas in segus e-i su Sòtziu si reservat ogni deretu de las publicare cando e comente podet capitare, finas in sa ràdio, in sa televisione e in Internet, chentza pagamentu perunu a s’autore. S’autore, pero, restat proprietàriu de sa faina chi at iscritu e nde podet dispònnere a piaghere sou.
A leare parte a su cuncursu, cheret nàrrere chi benint atzetadas in pienu dae s’autore sas règulas chi bos amus dadu a connòschere.

PREMIATZIONE
Sa premiatzione at a bènnere fata s’ultimu sàpadu o dominiga de Cabidanni de su 2017. Avertimus dae como chi ant a retzire cun tempus una lìtera a domo insoro sos autores ebbia chi ant a leare reconnoschimentos dae sa giuria.

CENTRU DE DOCUMENTATZIONE
Semus cogliende sos trabaglios (manuscritos, lìberos, fotografias, filmados e ateras cosas chi pertocant a sos poetes e a sos iscritores de Sardigna). Su Centru, oe, est una realidade. Semus remunzende inie totu su chi amus retzidu in sessant’annos e pius de impignu nostru e bostru, pro lu lassare in eredidade a sos òmines de oe e de unu cras chi cherfant barminare sas tramas de un’idea chi non morit. Chie cherferat, podet bìdere su trabàgliu fatu finas a como in su situ: www.biblioteche.logudoro.org

S’atividade sighit annu pro annu, a cunfromma a sas possibilidades nostras, finas chi bi resultet totu su chi su Prèmiu at retzidu dai cando est nàschidu. B’at una duda: dae cando sos trabàglios beniant imbiados anònimos (finas a su 1980, pius a mancu), cun su pseudònimu o paranùmene o unu motu, non semper amus sos nùmenes ladinos de sos autores. Chie cherferat nos podet agiuare, pro dare su nùmene prètzisu de s’autore a-i cussos trabàglios chi no l’ant. Si podet imbiare una lìtera a su Segretàriu, o finas un’email a: premiozieri@yahoo.it
Sos autores chi sun interessados a lassare, dae como o unu cras, a su Centru de Documentatzione, tota o in parte, sa produtzione literària e de documentos issoro, nos lu podent fàghere ischire cun sos mantessi mèdios, o telefonende a su Segretàriu a su numeru 079/770244 o 337 206052. Ant a faghere a manera chi abarrent, gai, a su prètziu de sa zente e pro chi resten bias sa limba nostra, sa poesia e-i sa literadura in limba sarda. Sa Sardigna at a torrare gràtzias pro su chi totus nois e bois, cun amore ladinu a sa Terra nostra, semus matanende die pro die in custa sienda manna.

 

 

 

57° PREMIO OZIERI 2016 LETTERATURA SARDA – SESSANTENNALE FONDAZIONE – CELEBRAZIONE COMPIANTO PROF. NICOLA TANDA

Manifestazione di premiazione:

sabato 01 ottobre 2016 alle ore 16,00 al Teatro Civico Oriana Fallaci in Ozieri.

 

 

Da uno scritto di Nicola Tanda (Professore emerito di Letteratura e Filologia Sarda)

…I testi dei nostri poeti, proprio perché, calati all’interno della comunità, possono insegnare un uso migliore degli strumenti critici nel capire e nel fare poesia. Ancora. Possono agevolare il passaggio dall’apprendimento del sottoinsieme della letteratura locale a quello dell’insieme delle letterature che richiedono impegno maggiore per essere lette e interpretate. La letterarietà è un sapere vero: il saper fare una poesia o una narrazione, può essere impiegato nelle lingue che si posseggono, e meglio in quelle materne. Perché, contrariamente a quanto ci hanno insegnato, la letteratura non è mai popolare, perché è una conquista…
La manifestazione conclu¬siva e la cerimonia di premiazione della 57^ edizione del "Premio Ozieri" di Letteratura Sarda, avranno luogo sabato 01 Settembre 2016 alle ore 16 presso il Teatro Civico “Oriana Fallaci”, in Ozieri.
Da sessant’anni anni (fu fondato nel 1956) il nostro sodalizio si occupa, con assi¬duità e incessante azione, di salvaguardia, mantenimento e promozione della poesia e della narrativa “in limba” di Sardegna, perseguendo, da sempre, quelle finalità che sono prima sfociate nella legge regionale N° 26/97 sulla tutela e valorizzazione della cultura e della lingua sarda e poi sulle varie iniziative che vedono crescente attenzione sui problemi dell’identità. In particolare, il progetto del Premio Ozieri ha scelto fin dall’inizio di ammettere con pari dignità tutte le varietà locali della lingua sarda, comprese quelle che oggi vengono definite dagli esperti: “eteroglossie interne”, come il catalano di Alghero, il tabarchino di Carloforte, ecc. Le leggi nazionali ed europee più recenti hanno sancito il diritto delle lingue minoritarie alla pari dignità. Siamo orgogliosi che la nostra Ozieri abbia contribuito così significativamente alla difesa delle radici culturali più profonde del nostro popolo.
Il “Premio Ozieri” è depositario del più vasto giacimento di testi poetico letterari in limba esistente nell’Isola, importante anche come potenziale miniera della più ampia e articolata ricchezza linguistica della nostra Isola/Regione. Raccolta unanimemente riconosciuta come il vero nerbo della letteratura sarda scritta.

Il lavoro della giuria si è presentato - stavolta - piuttosto arduo, proprio per la massiccia partecipazione degli autori (tra cui molti giovani e giovanissimi già in grado di insidiare gli autori più scafati) e per la sempre crescente qualità delle opere che si presentano all’antico concorso ozierese che sabato 1 ottobre 2016 festeggerà i suoi sessant’anni di attività proprio con la cerimonia pubblica di premiazione degli autori che hanno conseguito riconoscimenti.
Nelle tre sezioni principali in cui si articola la prestigiosa rassegna letteraria, (Poesia Sarda Inedita, intitolata ad Antonio Sanna, uno dei presidenti storici della giuria; Prosa, intitolata al bonorvese Angheleddu Dettori, fondatore di “S’Ischiglia”; “Tra poesia e cantigu”, intitolata all’aedo ozierese Antoni Cubeddu, che nel 1896 portò la gara poetica improvvisata sui palchi di tutta l’Isola) si sono presentati oltre centoquaranta concorrenti, per lo più di comprovata capacità creativa e padronanza della materia, dall’Isola e dai luoghi dell’emigrazione nella Penisola e nel resto del mondo.
Gli argomenti dei testi in concorso, come da collaudata linea impostata e incoraggiata dal Premio Ozieri, vanno sempre di più a interessare l’attualità, i cambiamenti ed i problemi della società, i motivi ispiratori dell’animo umano e del mondo che ci circonda, creando con il sentimento e la fantasia opere ricche di sostanza poetica, con consona ed appropriata forma e una più impegnativa ricerca di stile e di linguaggio…
E ancora, nella meditazione e nella ricerca del cuore profondo del nostro popolo e della nostra terra, adeguando sempre più i mezzi espressivi alle radici più limpide del nostro nativo linguaggio. La poesia, sempre di più, è considerata come fatto lirico, con le insostituibili componenti di sentimento e di fantasia.
Quest’anno si avverte tangibilmente l’impegno vigoroso degli autori verso le problematiche che da ogni parte del mondo investono il nostro quotidiano, i cambiamenti epocali del nostro tempo e della nostra terra, ma anche il passato quale via obbligata per capire meglio il futuro, senza inutili nostalgie.
Al contorno, come sempre, i riconoscimenti per le personalità del sapere ed i gruppi che si sono distinti nel mondo della cultura, dell’arte, dello sport e del giornalismo.
Alcune novità interessano proprio la città di Ozieri e l’apertura a nuovi canoni letterari che riscuotono il favore del mondo giovanile.

E' quindi con particolare soddisfazione che ho il pia¬cere e l'onore, anche a nome del Comitato Organizzatore, di invitare gli organi d’informazione a presenziare alla cerimonia.
Si anticipa che alla cerimonia conclusiva saranno inoltre presenti:
- La Giuria: presidente Attilio Mastino, Francesco Cossu, Clara Farina, Dino Manca, Paolo Pillonca, Anna Cristina Serra, Salvatore Tola, Antonio Canalis
- Il sindaco di Ozieri, Dott. Leonardo Ladu e l’assessore alla Cultura della città, Giuseppina Sanna;
- Il Presidente della Regione, Francesco Pigliaru
- L’Amministratore della Provincia di Sassari, Guido Sechi;
- L’assessore alla Cultura della Regione, Claudia Firino
- Il vescovo della Diocesi di Ozieri, Monsignor Corrado Melis;
- Le autorità civili, militari e religiose ed esponenti del mondo della cultura.

___________________________________________________

57° "PREMIO OZIERI" di Letteratura Sarda 2016
SESSANTENNALE DELLA FONDAZIONE

SEZIONE POESIA SARDA INEDITA "ANTONIO SANNA"

PRIMO PREMIO
Franco Piga – Romana/Loiri – Alas de seda

SECONDO PREMIO:
Tetta Becciu - Ozieri – Imboligo a sa rocca mia

TERZO PREMIO :
Maria Sale – Chiaramonti – Notte… ted’essere bentu

QUARTO PREMIO: (ex aequo) – ordine alfabetico

Battaglia Domenico – La Maddalena – E’ dificili scurdà
Becca Gianluca – Ozieri – A Mattia
Carta Brocca Gonario – Dorgali – Conca a ue morit sole
Delogu Giuseppe – Orune/Nuoro – Ocros de 80 annos
Novati Cinzia – Giussano/Cagliari – Casteddu
Sella Vittorio – Bitti/Siniscola – In sos guruttos de sa mente
Serra Anna Maria – Atzara – Fia abarrada


PREMIO SPECIALE "TONINO LEDDA":

Flore Stefano – Anela/Sassari – Notte muda


PREMIO SPECIALE "FRANCO MARONGIU":
Sannia Antonio – Bortigali – L’ischis


PREMIO SPECIALE PER GLI EMIGRATI:
Ignazio Furlan – Bassano D.G./ Cassola (Vi) – Su guardianu de sos iscoglios

SEGNALAZIONE SPECIALE POETRY SLAM
Marco Fenudi – Ozieri – A faeddare in sardu
Giovanni B. Oliva – Alghero – Sardos

SEZIONE PROSA "ANGELO DETTORI"

PRIMO PREMIO:
Giuseppe Tirotto – Castelsardo – Lu stradoni di la cantunera

SECONDO PREMIO:
Giovanni Piga – Nuoro – Nugoro 1955

TERZO PREMIO
Pau Albino – Nuoro/Alghero – Limbas

PREMIO SPECIALE “PEN CLUB SARDEGNA”
Giovanni Chessa – Torpè – Ispispinzos

QUARTO PREMIO (ex aequo) – ordine alfabetico

Biccai Sandro – Sindia – Unu numene chi torrat
Branca Pier Giuseppe – Sassari. – S’Isula prenda
Carta Brocca Gonario – Dorgali – Pischinas
Corona Luciano – Oristano – S’umbra manna
Farris Gino – Nuoro – Su pastore e sa jana
Firinu Maria Chiara – Iglesias/Bindua – Contu de liminargiu
Mulas Gavina – Ozieri – Nadale: Missa ‘e puddu
Orrù Manuela - Serramanna (Ca) – Arregodus de una viuda

 

PREMIO ALLA CARRIERA
Nino Fois – Porto Torres/Sassari – L’ischara di Santu Jaggu

 

SEZIONE "TRA POESIA E CANTO" (Antoni Cubeddu)

PRIMO PREMIO:
Rachel Falchi – Bangalore/Sassari – In s’ànima una lìtera tenia

SECONDO PREMIO:
Murgia Niola Salvatore – Macomer – Trintabatoro retrogadu a chimbe maglias

TERZO PREMIO:
Piredda Teresa – Escolca – Che frori in sa mata

QUARTO PREMIO (ex aequo) – ordine alfabetico

Demelas Stefano – Chiaramonti – Ballu antigu “a boghe”
Erriu Dante – Silius – Distinta bellesa
Fadda Domenico Angelo – Thiesi – Sos carignos de s’amore

I RICONOSCIMENTI

TROFEO "CITTA' DI OZIERI"
Istituito per una personalità sarda che si sia particolarmente distinta nel mondo della Cultura, del Sapere e dell'Arte, viene conferito all'unanimità a:
Anthony Muroni

TROFEO "PREMIO OZIERI"
Istituito per una personalità (anche non sarda) che abbia contri¬buito a far conoscere la Sardegna e la sua cultura fuori dell'I¬sola, viene conferito all'unanimità a: Prof. Edgar Radtke

TROFEO “PROVINCIA DI SASSARI”
Istituito per un gruppo che valorizzi e tramandi con rigore e modernità la tradizione etnomusicale della Sardegna, viene conferito all'unanimità alla formazione: Coro di Bosa

TROFEO “CULTURA DI OZIERI” – 123^ sagra B.V. del Rimedio
Istituito per un ozierese o personaggio (anche gruppo) del territorio che si sia particolarmente distinto per attività di rilievo in campo culturale, del Sapere e dell’Arte, viene conferito all'unanimità a: Compagnia delle Donne

TROFEO "Salvatore Puggioni": alla famiglia del compianto presidente Nicola Tanda


 

PREMIO OZIERI DI LETTERATURA SARDA
Giornata conclusiva e cerimonia di premiazione della 55esima edizione del
Premio Ozieri di Letteratura Sarda

Sabato 22 Novembre 2014


Sabato 22 Novembre alle ore 16, presso il Teatro Civico "Oriana Fallaci", si terrà la manifestazione pubblica conclusiva di premiazione della 55esima Edizione del Premio Ozieri di Letteratura Sarda.
Si ripete inossidabile e crescente, dopo ben 58 anni, l'affetto e la partecipazione degli autori di tutta l'Isola (e anche degli autori emigrati), che consolida sempre di più la tradizione dell'antica rassegna letteraria ozierese.
Una iniziativa che tanto ha significato nella salvaguardia e nella valorizzazione del mondo poetico isolano, che è tuttora ben radicato nel cuore della gente. La nota positiva, che si perpetua ormai da vari decenni, è che il livello medio dei componimenti che affluiscono al Premio è sempre crescente, al punto da orientare il giudizio della giuria (nell'impossibilità di conferire riconoscimenti a quasi tutti i partecipanti) ad un occhio di riguardo verso autori giovani e promettenti.
È prevista, assieme alla folta rappresentanza degli autori premiati, la presenza del Sindaco di Ozieri Leonardo Ladu e dell'Assessore alla Cultura Giuseppina Sanna, del Presidente della Regione Francesco Pigliaru, dell'Assessore Regionale alla Cultura Claudia Firino, della presidente della Provincia di Sassari Alessandra Giudici, e di altre autorità del mondo civile, politico, religioso e militare, oltre che di esponenti del mondo della cultura e dell'arte.
Quanto ai risultati della Cinquantacinquesima Edizione, la Giuria, anche stavolta, ha dovuto lavorare sodo.
Nutrita, come sempre, la partecipazione degli autori, sia dall'Isola che dalla Penisola e dal resto d'Europa e del mondo (146 autori). Moltissimi, anche stavolta, a significare l'interesse e l'affetto che al Premio riservano i cultori della musa, i nomi nuovi che si affacciano con continuità. Vincitore della sezione più ambita, quella della poesia inedita intitolata ad Antonio Sanna, è l'ozierese (trapiantato ad Alghero) Antonio Canu, con la lirica in catalano antico "Animes precioses". L'autore è una vecchia conoscenza dell'Ozieri, insignito più volte di riconoscimenti importanti.
Con un racconto in campidanese dal titolo "Sa craba de Maria", il giovane Carlo Mulas si aggiudica il primo premio nella sezione destinata alla narrativa, intitolata ad Angelo Dettori.
La sezione più recente, "Tra poesia e canto", intitolata all'ozierese Antoni Cubeddu (inventore nel 1896 della gara poetica su palco) e destinata alla poesia tradizionale e cantabile secondo i canoni, i metri e i ritmi della tradizione più classica e in rima, ha visto imporsi il maturo Antonio Maria Pinna di Pozzomaggiore con "In bisonzu".
Il lavoro, costruito sul modello della " deghina glosa", ricalca canoni antichi mai dimenticati, con tema però attualissimo, quale quello della crisi economica imperante. Tre lavori di alto livello che hanno convinto la Giuria, presieduta dall'ex rettore dell'Ateneo sassarese Attilio Mastino (che ha sostituito quest'anno lo storico presidente Nicola Tanda, nominato dopo 35 anni presidente onorario), componenti Clara Farina, Dino Manca, Paolo Pillonca, Anna Cristina Serra, Salvatore Tola, con il supporto del segretario del Premio e del vice segretario Francesco Cossu.
Di prestigio assoluto, come sempre, i riconoscimenti conferiti alle personalità che hanno contribuito a valorizzare e caratterizzare il nome della Sardegna, anche fuori dai suoi confini. Sono stati assegnati allo stilista algherese Antonio Marras, il Trofeo "Città di Ozieri"; il Trofeo "Premio Ozieri" all'Arcivescovo Monsignor Angelino Becciu, sostituto segretario di Stato in Vaticano; il Trofeo "Provincia di Sassari" al duo di launeddas "Andrea Pisu e Giancarlo Seu", eredi della grande tradizione dello strumento a fiato più antico del Mediterraneo; il Trofeo "Cultura di Ozieri" (121^ sagra B.V. del Rimedio) è stato assegnato alla musicista ozierese Filomena Moretti.
L'Associazione ha anche conferito l'artistico Trofeo realizzato dal laboratorio orafo "Eredi Salvatore Puggioni" al botanico Ignazio Camarda.

Elenco dei Premiati

Sezione Poesia Sarda inedita "Antonio Sanna"

Primo Premio
Antonio Canu – Ozieri/Alghero – Animes precioses

Secondo Premio
(ex aequo)
Guglielmo Piras - Quartucciu/Sinnai – Ap’a torrai; Giuseppe Tirotto - Castelsardo – Pigliami li mani

Terzo Premio
(ex aequo)
Bazzu Antonello – Sassari – Si tue…; Garrucciu Gian Franco – Tempio – L'attesa

Quarto Premio
(ex aequo) – ordine alfabetico
Branca Pier Giuseppe – Sassari – Ammiragliu d'abbadrini; Casula Carla Maria – Alghero – Su sutzu de s'amore; Chessa Giovanni – Torpè – Ti lasso custa pregonta; Colledanchise Antonello – Alghero – No matem los poetes; Delogu Giuseppe – Orune/Nuoro – Pruite; Mura Vincenzo – Pattada/Sassari – Assunessi pro istanotte; Orgolesu Gabriella – Berchidda/Olbia - Basos; Pinna Francesco Pietro – Bonarcado/Alessandria – Che brasia in isettu; Piredda Paoloni Teresa – Escolca/Perugia – Bastit chi siat cun tui; Piroddi Gian Bernardo – Sassari – Su buscu; Sotgia Pietro – Dorgali – Ma e ghitte; Vasco Gian Gavino – Bortigali – Ses torradu, beranu

 

Premio Speciale "Tonino Ledda"

Corrias Antonella – Nuoro – Tue ses che luche in su proinzu

Premio Speciale "Franco Marongiu"

Piga Giovanni – Nuoro – Notte assagadada

 

Coppa Messaggero Sardo per gli emigrati
Altana Antonio – Buddusò/Capena (Rm) – Resinnu


Sezione Prosa "Angelo Dettori"

Primo Premio
Mulas Carlo – Cagliari – Sa craba de Maria

Secondo Premio
Farris Gino – Nuoro – Sa tanca de sas raulas

Terzo Premio
Pau Albino – Nuoro/Alghero – Su faeddante in sardu

Quarto Premio (ex aequo)
Bardanzellu Piero – Santa Teresa – La sémita di la mim/ograve;ria; Biccai Sandro – Sindia – Versos de deris e de oe; Branca Pier Giuseppe – Sassari – Sorres; Carta Antonio – Ittiri – Su coro suta pes; Chironi Giulio – Nuoro – Sa butechera nova

Premio Speciale "Panathlon Sport"
Mundula Luigi – Ozieri – Pro ite curro; Falchi Rachel – Sassari – Curre, curre, Pitzenteddu; Frau Piero – Ollolai – Istrumpa (libro F.C.)

Sezione "Tra poesia e canto" (Antoni Cubeddu)

Primo Premio
Pinna Antonio Maria – Pozzomaggiore – In bisonzu

Secondo Premio
Piu Gigi – Magomadas – Frantziscu

Terzo Premio
Elettra Vidili – Seneghe/Sindia – Su sardu in su coro

Quarto Premio (ex aequo) – ordine alfabetico
Canu Armando – Sassari – Sonniu chi paria veru; Erriu Dante – Silius – Sardigna ses amanti

 

Convegno

Convegno Antonino Mura Ena: Limvba de cultura
Savbato 22 Novemvbre 2014, alle ore 10,00, al Teatro Civico Oriana Fallaci, si terrà un Convegno sul tema: "Antonino Mura Ena: Limba de Cultura".
Parteciperanno:
- Il sindaco di Ozieri, dott. Leonardo Ladu;
- I dirigenti scolastici degli Istituti Superiori;
- Il Presidente dell'Ass. "Centro Studi Semiologici Sardi", Nicola Tanda
- Il Presidente dell'Accademia Scienze Uname di Roma, Gaspare Mura;
- Il Presidente dell'Ass. Culturale "Volgare Eloquio", Bergamo, Franco Brevini.

Al termine del convegno, un concerto cameristico per soprano, quarteto d'archi e pianoforte, con musiche di Battista Giordano e liriche di Antonino Mura Ena.

Interverrà il Coro di Oniferi "Sabidoria populare".

 


COMUNICATO STAMPA
54° PREMIO OZIERI DI LETTERATURA SARDA

Anno 2013

Da uno scritto di Nicola Tanda (Professore emerito di Letteratura e Filologia Sarda)
…I testi dei nostri poeti, proprio perché, calati all’interno della comunità, possono insegnare un uso migliore degli strumenti critici nel capire e nel fare poesia. Ancora. Possono agevolare il passaggio dall’apprendimento del sottoinsieme della letteratura locale a quello dell’insieme delle letterature che richiedono impegno maggiore per essere lette e interpretate. La letterarietà è un sapere vero: il saper fare una poesia o una narrazione, può essere impiegato nelle lingue che si posseggono, e meglio in quelle materne. Perché contrariamente a quanto ci hanno insegnato, la letteratura non è mai popolare, perché è una conquista…

La manifestazione conclu¬siva e la cerimonia di premiazione della 54^ edizione del "Premio Ozieri" di Letteratura Sarda, avranno luogo sabato 28 settembre 2013 alle ore 17 presso il Teatro Civico “Oriana Fallaci”, in Ozieri.
Da cinquantasette anni (fu fondato nel 1956) il nostro sodalizio si occupa, con assi¬duità e incessante azione, di salvaguardia, mantenimento e promozione della poesia e della narrativa di Sardegna, perseguendo, fin dall’inizio, quelle finalità che sono prima sfociate nella legge regionale N° 26/97 sulla tutela e valorizzazione della cultura e della lingua sarda e poi sulle varie iniziative che vedono crescente attenzione sui problemi dell’identità. In particolare il progetto del Premio Ozieri ha scelto fin dall’inizio di ammettere con pari dignità tutte le varietà locali della lingua sarda, comprese quelle che oggi vengono definite dagli esperti: “eteroglossie interne”, come il catalano di Alghero, il tabarchino di Carloforte ecc. Le leggi nazionali ed europee più recenti hanno sancito il diritto delle lingue minoritarie alla pari dignità. Siamo orgogliosi che la nostra Ozieri abbia contribuito così significativamente alla difesa delle radici culturali più profonde del nostro popolo.
La lunga e costante attività del Premio ha determinato la creazione di un vasto giacimento di testi, che oggi è unanimemente riconosciuto come il vero nerbo della letteratura sarda scritta.
E' quindi con particolare soddisfazione che ho il pia¬cere e l'onore, anche a nome del Comitato Organizzatore, di invitare gli organi d’informazione a presenziare alla cerimonia.
Si anticipa che alla cerimonia conclusiva saranno inoltre presenti:
- Il sindaco di Ozieri, Dott. Leonardo Ladu;
- L’assessore alla Cultura della città, Giuseppina Sanna;
- Il vescovo amministratore della Diocesi di Ozieri, monsignor Sebastiano Sanguinetti;
- Il Rettore dell’Università di Sassari Attilio Mastino, cui è stato attribuito il “Trofeo Città di Ozieri”;
- Il Tenore Franceschino Demuro, al quale è stato attribuito il “Trofeo Premio Ozieri;
- Il gruppo “I Bertas”, cui è stato assegnato il Trofeo “Provincia di Sassari”;
- Il Prof. Nicola Tanda, cui è stato assegnato il Trofeo “Cultura di Ozieri”;
- L’Assessore Regionale alla cultura, Sergio Milia, cui è stato assegnato il Trofeo “Laboratorio Orafo eredi salvatore Puggioni”;
- Il presidente della Provincia di Sassari Alessandra Giudici;
- L’Assessore alla Cultura della Provincia di Sassari, Daniele Sanna
- Le autorità civili, militari e religiose;
- Esponenti del mondo della cultura.
Si ringraziano gli organi d’informazione per il costante sostegno al Premio.
ALLEGATI: elenco autori premiati

IL SEGRETARIO ORGANIZZATORE
Antonio Canalis

 

 

54° "PREMIO OZIERI" di Letteratura Sarda 2013

SEZIONE POESIA SARDA INEDITA "ANTONIO SANNA"

PRIMO PREMIO (ex aequo):
Inzaina Maria Teresa – Olbia/Tempio – E’ tempu…
Vasco Gian Gavino – Bortigali – A s’ater’ala

SECONDO PREMIO:
Delogu Giuseppe – Nuoro/Orune – Sa solidad’’e Cristos

TERZO PREMIO:
Casula Carla Maria – Alghero/Sassari – Andalas de s’anima

QUARTO PREMIO: (ex aequo) – ordine alfabetico
Angeli Gigi – Luras/Palau – Frua ch’isvanessit
Carta Brocca Gonario – Dorgali – Sa torrada
Chiappori Sandro – Cagliari – Arressignu
Flore Stefano – Sassari/Anela – Nùmeros
Ghiani Omar – Selargius – Sa religioni de innoi in su 1985
Mele Luca – Ploaghe/Sassari – Cantan sos fiores
Muntoni Sandro – Villacidro – Adiosu
Mura Vincenzo – Sassari/Pattada – Battos e nues
Palandrani Tiziana – Sassari – Sa diliga lughe

 

PREMIO SPECIALE "TONINO LEDDA":
Piras Guglielmo – Sinnai – Fessi perda ‘e nuraxi

PREMIO SPECIALE "FRANCO MARONGIU":
Sella Vittorio – Bitti/Siniscola – De sero, ateras framas

COPPA MESSAGGERO SARDO PER GLI EMIGRATI:
Sini Salvatore – Berchidda/Cormons – Ses tue Sardigna

 

SEZIONE PROSA "ANGELO DETTORI"

PRIMO PREMIO:
Battaglia Domenico – La Maddalena – Una pezza d’orbaci

SECONDO PREMIO:
Tirotto Giuseppe – Castelsardo – Lu viagghju

TERZO PREMIO
Sanna Elisabetta – Samugheo – Lacanas

QUARTO PREMIO (ex aequo) – ordine alfabetico
Demartis Carmelo – Paulilatino/Ozieri – Tiu Pulenta
Farris Gino – Nuoro – Sos santos cuatos de ‘idda mia
Mulas Carlo – Cagliari – Su castiadori de arrosas
Piga Giovanni – Nuoro – Su donu
Secci Gian Carlo – Quartu Sant’Elena – Callaredda
Ventroni Giovanni Antonio – Torpè – Aldini

PREMIO SPECIALE "Panathlon Sport"
Biccai Sandro – Sindia – Sa cursa

 

SEZIONE "TRA POESIA E CANTO" (Antoni Cubeddu)

PRIMO PREMIO:
Longu Antonio – Macomer – A unu tale chi disizaiat…

SECONDO PREMIO:
Pinna Antonio Maria – Pozzomaggiore – Canta… como ses jaju!...

TERZO PREMIO:
Murgia Niola Salvator Angelo – Macomer – Disterru

QUARTO PREMIO (ex aequo) – ordine alfabetico
Fadda Domenico Angelo – Thiesi – Su ballu tundu
Marteddu Santino – Orotelli/Siniscola – A duru duru
Mura Giovanni Antioco – Ghilarza – Mutos de amistade a s’antiga
Piga Franco – Loiri/Romana – Dies de crisi
Piras Augusto Flaminio – Suni - Rusignolu
Porcheddu Angelo – Banari – Lugore e biadia
Porcu Marino – Macomer – Anninnia
Solinas Giulio – Quartu Sant’Elena – Ogus clarus

TROFEO "CITTA' DI OZIERI"
Istituito per una personalità sarda che si sia particolarmente distinta nel mondo della Cultura, del Sapere e dell'Arte, viene conferito all'unanimità a:
Attilio Mastino

TROFEO "PREMIO OZIERI"
Istituito per una personalità (anche non sarda) che abbia contri¬buito a far conoscere la Sardegna e la sua cultura fuori dell'I¬sola, viene conferito all'unanimità a:
Franceschino Demuro

TROFEO “PROVINCIA DI SASSARI”
Istituito per un gruppo che valorizzi e tramandi con rigore e modernità la tradizione etnomusicale della Sardegna, viene conferito all'unanimità alla formazione: I Bertas

TROFEO “CULTURA DI OZIERI” – 120^ sagra B.V. del Rimedio
Istituito per un ozierese o personaggio del territorio che si sia particolarmente distinto per attività di rilievo in campo culturale, del Sapere e dell’Arte, viene conferito all'unanimità a: Nicola Tanda

TROFEO "Laboratorio orafo Salvatore Puggioni":
Sergio Milia